NANOPOLYMERS IN THE DUST ((Nanopolimeri nella polvere)

Smart dust: ecco la polvere che spia

 

In seguito alla pubblicazione delle prime dichiarazioni ufficiali derivanti dalle ricerche della tossicologa dott.ssa Hildegarde Staninger(Hildegarde Staninger), dalle quali si evidenzia uno strettissimo legame di causa – effetto tra chemtrails contenenti smart dust (polvere intelligente) e morbo di Morgellons(morbo di Morgellons), è d’obbligo chiarire che cos’è la smart dust o M.E.M.S. Invisibile ed imprendibile, la polvere artificiale, si mimetizza nell’ambiente e capta calore, suoni, movimenti. Può essere diffusa su territori immensi e può sorvegliarli con una precisione finora sconosciuta. Sa spiare soldati, stando loro incollata a loro insaputa, segnala armi chimiche e nucleari, intercetta comunicazioni, trasmette le sue informazioni ai satelliti. Usato con successo sia in Afghanistan sia in Iraq, il pulviscolo intelligente è composto di miriadi di computers microscopici. Ognuno misura meno di un millimetro cubo, ma incorpora sensori elettronici, capacità di comunicare via onde radio, software e batterie. Gli scienziati californiani l’hanno battezzata smart dust, “polvere intelligente”. Il Pentagono la definisce “la tecnologia strategica dei prossimi anni”. Come sostiene la D.A.R.P.A., la rivoluzione dei microsensori diffusi nell’ambiente “diventerà la primaria fonte di superiorità nei sistemi di armamento”. Ora si scopre, attraverso gli studi dello staff della dottoressa Staninger, che la polvere intelligente viene diffusa da velivoli non identificati sul oltre il 70% delle regioni del globo. Intere popolazioni civili sono state sottoposte in questi anni ad un intenso bombardamento invisibile e micidiale. Difficile non pensare che dietro l’impiego massivo della smart-dust sulla popolazione civile, non vi siano nascosti biechi obbiettivi di controllo delle masse. […] Io la chiamo “polvere intelligente” (smart-dust). La polvere intelligente è una particella molto, molto piccola di nano-grandezza che ha una funzione specifica. Se guardate in certe condizioni di luce, essa appare come un luccichio che non è quello del normale pulviscolo. E’ differente dalla normale polvere che trovate in casa. E’ polvere intelligente. State guardando polvere autoassemblante creata artificialmente. “[…] Siamo tutti stati esposti: tutti gli animali, tutte le forme viventi di questo pianeta. A questo punto dipende solo dallo stato di salute generale e con che cosa siamo stati avvelenati chimicamente, se viviamo in aree già contaminate o meno. Sono questi parametri che alla fine permettono a questa malattia di manifestarsi prima o poi”. Dr. Hildegarde Staninger NOTA: Le immagini del video sono scansioni al microscopio di tre diversi campioni di polvere, prelevati nel mese di settembre 2011 a Sanremo.

fonte: tanker-enemy.tv

 

Articolo correlato:

fonte: enouranois

Nel mondo occidentale il controllo della popolazione fu inaugurato con la mind war, una guerra interna contro la cultura e la società. Così cominciò l’istupidimento del lavoratore statunitense, con l’intrattenimento, gli sport ed i media che furono gli strumenti dell’operazione. I vaccini, i dolcificanti artificiali, il fluoro nei dentifrici aiutarono molto: le scie chimiche sono la classica ciliegina sulla torta. Il controllo non ha una valenza meramente numerica. Il controllo implica il condizionamento di ciò che si sente e pensa. Riguarda il luogo in cui vivi, la salute, la diffusione di malattie, la procreazione. Controllo significa creare una matrix in cui non sono lasciate variabili al libero arbitrio ed alla natura. La matrix è qualcosa in cui qualcos’altro origina e si sviluppa.

E.L.F.

Il cervello umano usa e registra le E.L.F. (onde a bassissima frequenza) cui risponde. Frequenze intorno ai 10,8 hz causano insofferenza, quelle intorno ai 6,6 hz depressione. Con l’atmosfera resa conduttiva dai metalli ionizzati, le frequenze per così dire, sono portate tra noi. Consideriamo la ionosfera come un trampolino: la macchina per le frequenze nota come H.A.A.R.P. le spinge verso l’alto, poi le onde sono deflesse dalla ionosfera sulla terra. La nostra aria elettroconduttiva tiene queste frequenze, mentre il sistema G.W.E.N. (Ground Wave Emergency Network, rete ufficialmente installata per garantire le comunicazioni in caso di emergenza), riceve e dissemina queste frequenze a livello del suolo. E’ stato anche ipotizzato che il sistema televisivo ad alta definizione, le cui apparecchiature sono installate nelle abitazioni, convoglierà onde elettromagnetiche in modo molto preciso e circoscritto per influire sull’umore e sulla mente.[…] Molte persone riportano disturbi collegati alle chemtrails, nei giorni di pesante irrorazione: problemi respiratori, allergie, riniti, forme influenzali, cefalee, improvvisi sbalzi di umore. La parola “stress” è relativamente nuova… cento anni fa molte persone conducevano vite più dure di quelle attuali, eppure non erano “stressate”.[…]

La chimica dell’organismo umano

Siamo diventati cavie da laboratorio il cui equilibrio biochimico è stato alterato. Con l’atmosfera elettro-conduttiva, ormai stiamo ricevendo questa corrente. Le irrorazioni chimiche, che datano da almeno due decenni e che si sono intensificate nel 1998, hanno saturato l’aria di polimeri, nanoparticelle metalliche ed elementi biologici (inclusi cellule sanguigne e funghi) che sono penetrati nei nostri organismi. Come il suolo, le piante e gli animali, coesistiamo con questi elementi nocivi. Siamo stati impercettibilmente trasferiti dalla nostra vera natura in una matrix ingegnerizzata dove tutte le nostre funzioni possono essere dirette ed osservate. Che tu te ne accorga o no, è quanto sta avvenendo. Per citare Carnicom: “La saturazione è completa. Si tratta ora solo di mantenere e concentrare“.

Le scie chimiche sono parte di un un sistema d’arma integrato. Sebbene il programma si riferisca apparentemente ad un disastroso intervento di modificazione meteorologica (che non è stato ufficialmente ancora ammesso), gli aerosol contengono parassiti che sono il risultato della bio-ingegneria. Secondo stimati ricercatori, ormai siamo tutti virtualmente contaminati. Forse “seminati” è la parola più adatta, se si pensa al Morgellons. La miscela di parassiti biotecnologici, patogeni, metalli, nano-robot è stata concepita per creare un substrato adatto all’informazione. Qualcuno ha forse intenzione di inserire dei microchips? Non pensare all’indignazione per i microchips R.F.I.D. (radio frequency identification). Siamo stati già inseriti in una Rete. E’ già accaduto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s