COS’È IL TUMORE E COSA È IL CANCRO

PROTEINE E GRASSI ANIMALI UGUALE CANCRO

Per il dr Ernst Wynder, della American Health Foundation (discorso al Senato Americano): “La maggior parte di tutti i cancri in tutte le loro forme e sottoforme sono malattie di tipo dietologico, causate dalla assunzione di grasso e colesterolo, ossia da proteine animali”.

AD OGNI BISTECCA, AD OGNI ALA DI POLLO, AD OGNI FETTA DI SALMONE, LIEVITANO LE CELLULE CANCEROGENE
Roger Williams, medico britannico, già nel 1898, in un articolo su Lancet, si lamentava che l’allarmante crescita del cancro in Inghilterra negli ultimi 50 anni (da 17 casi a 88 casi per 100 mila) era dovuta al raddoppio nel consumo di carne, per cui invocava cibi freschi e naturali, più respirazione e più movimento, cose su cui gli inglesi di oggi non lo hanno per niente seguito, per cui il numero dei cancerosi si è moltiplicato non per 10 o per 100 ma molto di più).

UNA QUESTIONE DI STITICHEZZA

E.H. Tipper, una vita tra l’Inghilterra rurale e l’Africa Occidentale, visitando milioni di persone in venti anni di Continente Nero: “Dove non c’è costipazione e stitichezza non esiste cancro”. I nativi delle tribù africane, legati a cibi crudi, freschi e naturali, non sanno cosa sia il tumore. I tumori non appaiono da oggi a domani, ma vengono preceduti da una situazione pre-cancerosa che dura mediamente 8 anni.

MENTALITÀ MEDICA ABBONATA AGLI STRAZI

La prevenzione, l’inversione e il disinnesco della mina cancerogena, non stanno affatto nelle procedure sradicanti, estirpanti e napalmizzanti del materiale tumorale, tipiche della miope e testarda mentalità medica, disposta a continuare all’infinito, senza mai imparare un cacchio dalle orribili esperienze di oggi, di ieri, dell’altro ieri e dell’avantieri. Mentalità medica disposta a perseverare diabolicamente con questi metodi strazianti, privi di senso logico e privi di risultati concreti.

NON SERVONO LAUREE SVALUTATE IN MEDICINA DEMENZIALE

Il disinnesco della mina tumorale consiste sempre e solo nel correggere radicalmente i difetti di chimica corporale che stanno alla base della formazione neoplastica. Se non si cambiano formula del sangue, formula del linfatico e formula della matrice extracellulare, il corpo continua a esprimere materiale neo-formativo e relative ricrescite chiamate recidive.
Non serve laurea in medicina e non servono corsi di specializzazione a Boston e ad Harvard. Anche un bambino di seconda elementare di Forlimpopoli ed Abbiategrasso dovrebbe capire certe cose.

ESISTONO ANCHE I MEDICI DOC, MA VENGONO REGOLARMENTE SILENZIATI

Il dr Richard Lambe, altro londinese doc, scrisse in quegli anni un trattato sulla cura anti-cancro basata su dieta di frutta e vegetali crudi, ma i suoi studi vennero ben presto insabbiati da chi aveva loschi interessi a farlo.

WARBURG, GERSON, KOCH E MOERMAN

Se prendiamo poi i 4 maggiori nomi dell’oncologia vincente del ventesimo secolo, comprendiamo meglio qual’è la reale situazione dei fatti. Nessuno meglio di Otto Einrich Warburg, vincitore di due Nobel per la Medicina, direttore del Max Planck Institute of Cell Physiology e unanimemente considerato maggiore bio-chimico mondiale di tutti i tempi, ha diritto di dire la sua. Nessuno meglio di Max Gerson, amico, confidente e medico-curante del dr Albert Schweitzer che lo definì “non bravo medico ma genio della medicina”, ha diritto di dire la sua. Nessuno meglio del dr William F. Koch, controfigura americana di Warburg, ha diritto di dire la sua. Nessuno meglio dell’olandese dr Cornelius Moerman, ha diritto di esprimersi sul cancro.

IL CANCER MILIEU OSSIA L’AMBIENTE CANCEROGENO

I quattro oncologi appena citati parlano unanimemente di Cancer Milieu, ossia di Ambiente Cancerogeno, come primo responsabile di ogni tipo di pre-tumore, tumore, post-tumore, sotto-tumore, sovra-tumore, primario, secondario, benigno, maligno, Hodgkin e non-Hodgkin.

LA REALTÀ CELLULARE PARLA CHIARO

Nonostante ogni singola cellula umana sia tanto piccola da essere osservabile solo mediante radio-microscopio, essa rimane una entità viva con milioni di operazioni simultanee che accadono al suo interno, al pari di una metropoli in vivace movimento tra autostrade, treni, metropolitane ed aerei in decollo e in atterraggio. Ogni singola cellula (da moltiplicarsi poi per 100 trilioni, cifra da quattordici zeri) ha bisogno di essere fornita di nutrienti e di ossigeno, e ha altresì bisogno nel contempo di essere ripulita dei propri escrementi o rimpiazzata del tutto non appena ha esaurito la sua vitalità.

QUALITÀ DELLA DIETA ED EFFICIENZA DEL FEGATO

Ecco l’importanza fondamentale della linfa extra-cellulare derivata dal sangue e dal linfatico.
Ecco l’importanza della matrice cellulare nella quale le cellule vivono in immersione. La qualità di questi fluidi non è casuale, non è ereditaria e non è genetica, ma dipende da due fattori specifici come A) Qualità della dieta (nella fase alimentativa) e B) Efficienza funzionale del fegato, della milza e dei reni (nella fase eliminativa).

TUTTE LE DIETE COMUNI E LE DIETE MEDICO-PEDIATRICHE VANNO NELLA DIREZIONE OPPOSTA

Le diete adottate e raccomandate dai nutrizionisti di regime, dai medici e dai pediatri, sono tutte diete fallimentari e schizofreniche che si muovono in direzione opposta. Diete ostruenti, intasanti e fegato-intossicanti. Diete responsabili del deterioramento dell’ambiente cellulare ideale e quindi della formazione del Cancer Milieu, di quella Condizione Patologica Potenziale che io stesso ho spesso definito come “Tumorosità”, nel senso di comportamento e alimentazione tumorosa. Diete che rubano vitalità e forza immunitaria, secondo la celebre formula di Ehret (V = P-O , vitalità uguale potenza meno ostruzione).

IPOSSIA, ACIDOSI E SEDENTARIETÀ, OTTIMA FORMULA PER DEFUNGERE

La più convincente teoria sulle cause di cancro sta di sicuro nelle posizioni di Warburg, dove si parla di 3 fattori che rappresentano una micidiale triade, e che sono ipossia, acidosi e sedentarietà. In Germania la sanno lunga sulla questione ossigeno. Il dr H.A. Schweigart ha verificato in modo inequivocabile che ogni tessuto canceroso presenta precarietà ossigenativa.

LA VISCOSITÀ DEL SANGUE DIMEZZA E COMPROMETTE IL FLUIRE DELL’OSSIGENO

Un fattore-chiave in tutte le 20-30 mila malattie del repertorio dalla A alla Z è la viscosità del sangue. La connessione tra High Blood Viscosity (melmosità del sangue), Poor Oxygen Supply (scarsità di ossigeno in arrivo alle cellule) e cancro, non è questione di sospetti e di ipotesi ma è chiara come l’acqua di sorgente.

DETERIORAMENTO FEGATO E SBILANCIAMENTO SODIO-POTASSIO

Per Max Gerson, gioca un ruolo essenziale e generale il deterioramento del tratto digestivo e del fegato in particolare. In questo senso il cancro va inteso come malattia generale del corpo e non come malattia zonale e locale da rimuovere. Per la degenerazione locale, Gerson parla di carenza di enzimi ossigenanti e di grave sbilanciamenti sodio-potassio, col sodio in eccesso e il potassio in carenza.

CONFRONTI TRA DIETA IDEALE E DIETA COMUNE

I conti tornano benissimo se analizziamo, su The McDougall Plan, del dr John Mc Dougall, il confronto (percentuale di calorie e grammi al giorno) tra una qualsiasi dieta ideale salutistica e una dieta ricca e sostanziosa stile occidentale, quale nei dati messi tra parentesi: Grassi 5% (45%), Proteine 10% (12%), carboidrati 85% (46%), Fibre 60 g (10 g), sodio 1000 mg (5000 mg), potassio 5000 mg (2000 mg), calcio 400 mg (800 mg), colesterolo 0 mg (600 mg). Anche qui salta all’occhio lo sbalzo gravissimo tra sodio e potassio, causato non certo dal sodio buono del sedano ma dal sodio inorganico del sale marino, del sale inorganico dell’Himalaya, del sale inorganico degli integratori, del sale inorganico delle acque dure e del sale delle verdure cotte, ex-organico ma reso inorganico dalla cottura.

IL RIPRISTINO DELLA CORRETTA CHIMICA CORPORALE

Per il dr Koch, ogni forma cancerosa è reversibile a condizione che si ripristini una corretta chimica corporale, capace di restaurare un valido ciclo respiratorio. Non basta dunque rinunciare all’intervento medico e aspettarsi una remissione spontanea, come niente fosse. Continuando a vivere male, respirare male, ad alimentarsi male, la neoformazione progredisce e i livelli di acido lattico lievitano, come lievita pure il Cancer Milieu, in un vero e proprio circolo vizioso.

PESANTE ECCESSO DI ACQUA STAGNANTE ALL’INTERNO DELLE CELLULE CANCEROGENE

Da rilevare che il dr Raymond Damadian, inventore dello scanner diagnostico Fonar, ha rilevato un fatto di strabiliante importanza, capace di spiegare le infiammazioni e i rigonfiamenti locali. Le cellule aggiuntive, le sovracellule, o le cellule maligne e cancerogene, contengono non il 66% di acqua come deve essere nella normalità, ma addirittura il 90% di acqua, un 24% in più di acqua di ritenzione, resa stagnante dall’eccesso di sodio e di altri inquinanti capaci di superare le barriere cellulari.

VIETATO INSULTARE IL SISTEMA IMMUNITARIO AMMONISCE MOERMAN

Il medico Cornelius Moerman (1893-1988) ha dato infine un contributo fondamentale alla soluzione del cancro, elaborando una terapia basata su un regime alimentare vegetariano-crudista tendenziale. Il nostro sistema immunitario non dovrebbe mai subire l’insulto di antibiotici, ormoni, radioterapia, e interventi chirurgici.

ANCHE IN CASI DISPERATI CI PUÒ ESSERE REMISSIONE SPONTANEA A CONDIZIONI DI DIETA SANA E DI PENSIERO POSITIVO

Un’alimentazione adeguata è già da sola in grado di stimolare la nostra resistenza alle malattie. Persino in casi considerati disperati, una dieta sana può portare alla guarigione completa. I risultati di questa terapia sono sorprendenti.

DENIGRATO IN VITA ED ESALTATO POST-MORTEM

Solo oggi, dopo essere stato denigrato per anni, il Dottor Moerman comincia ad avere i dovuti riconoscimenti scientifici. Dalle ricerche condotte in tutto il mondo risulta che la crescente incidenza del cancro va di pari passo con il maggior consumo di alimenti prodotti industrialmente, di carne e grassi animali, di cereali e zucchero denaturati in particolare.

IMMUNITÀ REATTIVA SIGNIFICA METABOLISMO EFFICIENTE E IMPOSSIBILITÀ DI INSORGENZE TUMORALI

Al contrario, dove l’alimentazione si basa principalmente su cibi crudi e ad alto contenuto di fibre, su cereali integrali, frutta e verdure fresche (contenti vitamine A, del complesso B, E e D, acido citrico, iodio, zolfo e ferro), l’insorgenza di molte forme tumorali risulta impossibile, dal momento che queste sostanze fondamentali contribuiscono a mantenere sempre alta la guardia difensiva dell’organismo.

QUALCHE CONCESSIONE DI TROPPO AL TENERO GOUDA OLANDESE, AL CAMEMBERT E AL BEUJOLAIS

Pertanto, mentre sconsiglia alimenti quali carne, pesce, caffè, the, patate, acqua, zuccheri e lassativi, al contrario consiglia una dieta costituita da succhi di frutta, verdure, pane integrale, vegetali e insalate in genere, olio d’oliva, cereali. Essendo olandese, non poteva escludere del tutto latticini e formaggi, e su questo si potrebbe chiudere un occhio, ma soltanto per l’aspetto gustativo ed alimentare.

QUALCOSA DA RIDIRE SUGLI ASPETTI ETICI DEL LATTICINO

I caseifici olandesi di Schep sono infatti famosi per realizzare teneri e deliziosi formaggi, ma anche per l’odiosa procedura di ammazzare poco dopo le mucche che hanno dato quel latte. Pure Andrè Simoneton, da bravo francese, non rinunciò mai al Camembert e al Beaujolais, dando loro elevati punteggi Angstrom. Anche i migliori maestri non sono esenti dai limiti e dalle debolezze che contraddistinguono il genere umano.

Valdo Vaccaro

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s