Le cure “dimenticate” che rendono inutili i vaccini

– La vitamina C.
Proseguendo il lavoro di alcuni suoi colleghi il dottor Frederick Robert Klenner iniziò a dare dosi anche decine di grammi di vitamina C al giorno ad alcuni suoi pazienti (specialmente se malati di infezioni virali). Tra il 1943 e il 1947 il dottor Klenner ha riportato la guarigione di 41 casi di poliomielite virale utilizzando dosi massicce di vitamina C, imparando quale fossero i dosaggi e il metodo di somministrazione ideale (orale, intravenoso o intramuscolare) per ogni paziente.
Riguardo alla polio egli affermò che utilizzando frequenti e massicce iniezioni di acido ascorbico o vitamina C (da 6 a 20 grammi nel giro di 24 ore) nessun paziente sviluppa la paralisi e nessuno viene menomato. Klenner scoprì poi che la maniera più efficace di somministrazione era quella endovenosa, ma che l’iniezione intramuscolare era soddisfacente. Le dosi somministrate erano di almeno 350 mg (0,35 grammi) per chilogrammo di peso corporeo, somministrati ogni due ore, con le quali Klenner guariva la polio, il morbillo e la varicella; questo significava arrivare a somministrare fino a 25-30 grammi ad un adulto. Le dosi dipendevano dal paziente e dalla gravità dei suoi sintomi, aumentando con la gravità della malattia, arrivando talora a 650 mg per kg di peso corporeo. Con dosi massicce di ascorbato curò 60 casi di polio che si risolsero tutti in tre giorni senza che nessuno sviluppasse paralisi.
Klenner pubblicò i suoi risultati nell’articolo The treatment of poliomyelitis and other virus diseases with vitamin C (“Il trattamento di poliomielite ed altre malattie virali con la vitamina C”)[1], nell’articolo The vitamin and massage treatment for acute poliomyelitis (“La vitamina ed il massaggio, trattamento per la poliomielite acuta”)[2] e nell’articolo Massive doses of vitamin C and the virus diseases[3].
In quest’ultimo articolo viene descritto un caso eccezionale, la guarigione di una bambina di cinque anni, già colpita da paralisi agli arti inferiori da quattro giorni, che alla fine ottiene un completo ritorno alla funzionalità delle gambe.
Klenner spiegò in dettaglio le procedure da lui utilizzate in un suo articolo pubblicato nel 1948 sul Journal of Southern Medicine and Surgery intitolato Virus Pneumonia and Its Treatment with Vitamin C (“Il virus della polmonite e il suo trattamento con la vitamina C”)[4].
Chi volesse approfondire le possibilità di cura della vitamina C delle malattie infettive (e non solo) può leggere la traduzione italiana dell’articolo Vitamin C, titrating to bowel tolerance, anascorbemia, and acute induced scurvy (“Vitamina C, dosando a tolleranza intestinale, anascorbemia, e scorbuto acuto indotto”)[5]. Nell’articolo si descrivono i risultati eccezionali ottenuti nella cura di qualsiasi malattia virale, ma anche i buoni risultati ottenuti con molte infezioni batteriche.

– Il magnesio. Il dott. Neveu, nel 1932, diede da bere, ad una bimba malato di difterite, una soluzione di cloruro di magnesio, per ridurre il rischio di reazione allergica al siero antidifterico. Il giorno dopo le analisi confermarono il sospetto di difterite, ma prima di aver somministrato il siero, Neveu si accorse che la bimba era già perfettamente guarita. Dopo questo caso trattò, negli anni seguenti, oltre 60 casi, tutti guariti senza dover mai utilizzare il siero antidifterico. Allora pubblicò su una rivista medica alcuni paio di articoli sul trattamento della difterite, ed alcuni suoi colleghi lo provarono ottenendo anch’essi ottimi risultati.
Nel 1943 Neveu si accorge che oltre alla difterite il cloruro di magnesio poteva guarire anche la poliomielite e cerca di ottenere una ufficializzazione del metodo, presentandolo all’Accademia di Medicina e rivolgendosi al dottor Delbet, suo vecchio docente, che ne era membro.
Ma l’Accademia rifiutò a Delbet il permesso di effettuare la comunicazione a nome di Neveu in quanto questi non era membro dell’Accademia (cosa che in altre occasioni era stata fatta senza problemi). Quando Delbet provò a presentarla a suo nome prima gli venne negato il permesso di parlare, e dopo, una volta ottenuta la parola, si evitò di pubblicare la sua relazione sul bollettino dell’Accademia (come avrebbe dovuto farsi di prassi). Alle proteste di Delbet venne risposto ufficialmente che ‘Facendo conoscere un nuovo trattamento contro la difterite verrebbero impedite le vaccinazioni, mentre l’interesse comune è di generalizzare le vaccinazioni stesse’. Potete leggere l’intero storia (compresi gli scambi epistolari tra Delbet e Neveu) sul libro Curarsi con il Magnesio di Raul Vergini (Red Edizioni).
A riprova di quanto su scritto abbiamo i libri di Neveu:
Traitement cytophylactique des maladies infectieuses par le chlorure de magnésium, la poliomyélite (“Trattamento citofilattico delle malattie infettive con il cloruro di magnesio, la poliemielite”) [6].
Le chlorure de magnésium dans l’élevage – Traitement cytophylactique des maladies infectieuses
(“Il cloruro di magnesio nell’allevamento – Trattamento citofilattico delle malattie infettive”)[7].
La Polio Guerie ! Traitement cytophylactique de la poliomyelite par le chlorure de magnesium
(“La polio guarita! Trattamento citofilattico della poliomielite per mezzo del cloruro di magnesio”)[8].
Altre conferme ce la forniscono il sito di wikipedia francese, nelle pagine dedicate a Delbet e al suo allievo Neveu[9], e un articolo di giornale dedicato al dottor Neveu e intitolato Hommage au docteur Neveu[10] nel quale leggiamo che “malgrado le sue guarigioni miracolose la medicina ufficiale si è rifiutata di riconoscere il valore del suo lavoro”; e dovevano sicuramente sembrare dei miracoli le sue guarigioni della difterite o della poliomielite, in un’epoca in cui non era raro morire o restare menomato per colpa di queste afflizioni.

[1] Pubblicato su Southern Medicine and Surgery, 1949, July. 3(7), p 209-214. www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18147027 whale.to/v/c/klenner3.html.
[2] Pubblicato su Journal of Southern Medicine and Surgery, 1952 Aug;114(8):194-7 ; www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12984224.
[3] Pubblicato su Southern Medicine and Surgery 1951 Apr;113(4):101-7; www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14855098.
[4] Pubblicato su Southern Medicine and Surgery, 1948, February. Vol 110, No 2, p 36-38, 46; whale.to/v/c/klenner2.html, www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18900646.
[5] Medical Hypotheses, 7:1359-1376, 1981, autore Robert F. Cathcart; www.medical-hypotheses.com/article/0306-9877(81)90126-2/pdf.
[6] Pubblicato su Journal of Southern Medicine and Surgery, 1952 Aug;114(8):194-7 ; www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12984224.
[7] www.amazon.fr/…/B0014RAGU2.
[8] amazon.fr/…/… .
[9] fr.wikipedia.org/wiki/Auguste_Neveu, fr.wikipedia.org/wiki/Pierre_Delbet.
[10] Pubblicato il 15/02/2011 su Sud Ouest, sudouest.fr/…/….

Qui il libro in pdf del grande dr herbert shelton sui vaccini e la visione igienistica del tema:
files.meetup.com/…/…

ENVIRONMENTAL MEDICINES APPROACH TO GEOENGINEERING-INDUCED DISEASE

This set of articles offers an overview on the different diseases caused by the geoengineering conducted today, i.e. by the application of transhumanistic technologies by the intelligence community. The first focus is on neuronal nano-bots, which create an interface between radiosignals and the nervous system. The implementation of this interface is partly responsible for the genesis of degenerative old age diseases. The second condition focused on are the Morgellon-related diseases. Morgellons are designed to implement an interface between radiosignals and the human biophoton-system.

The aim of these publications is to give doctors and healing practitioners a guideline for the therapy of these conditions. If you suffer from one of these conditions, and the medical establishment does not know how to help or prescribes psycho-pharmaceuticals, simply print out and force your doctors to overcome their cognitive dissonance. Diet-based prevention as well as food-supplements and curative protocols for old age diseases, Morgellons and the autism spectrum are suggested.

By Harald Kautz Wella

 

The identification of Autism-related Ropeworms as of Morgellon origin

E_Ropeworm_and_Morgellons

 

TSE & Creutszfeld Jakob as a Result of Airborn Piezoelectric Nanocrystals, Organo-Phosphates, Heavy Metal Poisoning and Malnutrition.

E_CreutzfeldtJakob

 

Fiber Disease, Intestinal Pseudo-Parasites, Delusional Parasitosis & Autism. The Multiple Facets of the Morgellon Condition Explained.

E_Morgellons

 

Available Diets, Supplements and Remedies to Counteract Candida-Related Disease, Degenerative Old Age Disease and Conditions out of the Autism-Spectrum.

E_Available_Diets